Come usare il bonus vacanze su Airbnb

Una nuova norma inserita nel ‘Decreto Agosto’ (D.L. n. 104/2020, convertito in l. n. 126/2020 il 13 ottobre 2020) ha stabilito che nel caso del ‘Bonus Vacanze’: 

“il pagamento del servizio può essere corrisposto con l’ausilio, l’intervento o l’intermediazione di soggetti che gestiscono piattaforme o portali telematici, nonché di  agenzie di viaggio e tour operator”. 

Ciò significa che host e guest che ne abbiano i requisiti possono usufruire del Bonus Vacanze anche per un soggiorno prenotato tramite Airbnb.
Scopri come fare leggendo le nostre FAQ.

Se sei un guest

Come posso richiedere il Bonus Vacanze?

La richiesta può essere effettuata, a decorrere dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2020, da uno dei componenti del nucleo familiare mediante l’applicazione per dispositivi mobili denominata IO, resa disponibile da PagoPA S.p.A., accessibile mediante l’identità SPID o mediante la Carta d’identità elettronica. Il bonus vacanze può essere utilizzato fino al 30 giugno 2021.
In caso di sussistenza dei requisiti, l’Agenzia delle entrate conferma al richiedente, per il tramite dell’applicazione, il riconoscimento dell’agevolazione, comunicando un codice univoco ed un QR-code (che potranno essere utilizzati alternativamente) da inviare alla struttura ricettiva, nonché l’importo massimo dell’agevolazione spettante al suo nucleo familiare, con separata indicazione dello sconto e della detrazione fruibile. Per maggiori informazioni, vi invitiamo a visitare il sito del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo e a consultare la guida d’uso dell’Agenzia delle Entrate.

Una volta ottenuto il bonus vacanze, come lo uso su Airbnb?

Una volta attivato il processo di condivisione dei dati, Airbnb non sarà in grado di intercedere ulteriormente tra host e guest in relazione al bonus vacanze. Suggeriamo, quindi, di seguire la procedura che segue solo una volta individuata la struttura presso cui soggiornare e concordato con l’host, il gestore dell’impresa turistica, di procedere alla prenotazione in subordine all’accettazione del bonus e alla proposta di sconto corrispondente

Ottenuto il bonus vacanze, il guest può procedere nel modo seguente:

  • Fare una ricerca su Airbnb delle strutture adibite ad accettare il bonus vacanze, dunque i B&B, gli Agriturismi, gli alberghi o le imprese turistiche;
  • Contattare l’host di interesse, chiedere se accetta il bonus vacanze;
  • Soltanto una volta individuata la struttura desiderata e concordato l’host di procedere con la prenotazione, per annunciargli, tramite il sistema di messaggistica Airbnb, che il codice univoco gli verrà inviato dal Servizio Clienti insieme agli altri dati necessari, e che a valle di questa ricezione sarà in attesa di ricevere l’offerta speciale con lo sconto identificato.
  • Contattare il customer service di Airbnb al centro assistenza: https://www.airbnb.it/help/contact-us/topic o via telefono al: +39 0699366533. In seguito condividerà con il Customer Service: il bonus vacanze (il codice),  il numero di componenti del nucleo familiare (in modo da identificare la riduzione di prezzo che l’host dovrà applicare), il codice fiscale del guest (deve essere il C.F. di chi ha richiesto il bonus) il link dell’appartamento, le date di check-in e check-out;
  • Il customer service gira questi dati all’host, chiedendogli di inviare all’ospite l’offerta speciale;
  • L’host risponde al guest con l’offerta speciale che sconta il bonus vacanze.

Posso usare il bonus vacanze per due prenotazioni diverse, in date diverse?

No, il bonus può essere utilizzato soltanto in un’unica soluzione, presso un’unica struttura turistica ricettiva in Italia (i B&B, gli Agriturismi, gli alberghi o le imprese turistiche). Inoltre, sarà fruibile nella misura dell’80%, sotto forma di sconto immediato, per il pagamento dei servizi prestati dall’albergatore. Il restante 20% potrà essere scaricato come detrazione di imposta, in sede di dichiarazione dei redditi, da parte del componente del nucleo familiare a cui viene fatturato il soggiorno.

Come capisco se la struttura che ho scelto accetta o meno il bonus vacanze?

Rientrano tra gli host che possono accettare il bonus vacanze tutte le strutture che svolgono l’attività ricettiva a livello imprenditoriale continuativo e che dunque gestiscono un’impresa turistica, per esempio: i B&B, gli Agriturismi, gli alberghi o le imprese turistiche. 
Al contrario, non possono accettare il bonus vacanze tutti gli host che non hanno la partita iva (dunque pagano la cedolare secca o l’IRPEF) o che non pagano l’IRES, per esempio: le locazioni brevi o B&B non imprenditoriali i cui titolari imputano i redditi alla voce “redditi diversi” (quindi sempre in ambito IRPEF).Pertanto, è possibile cercare direttamente le tipologie di strutture che possono accettare il bonus. Inoltre, suggeriamo di chiedere all’host se accetta o meno il bonus. L’adesione delle strutture turistico-ricettive all’agevolazione del bonus vacanze è libera, pertanto alcune di esse possono decidere di non accettarlo. E’ dunque buona regola contattare l’host via Airbnb e chiedere conferma di tutto quanto sopra.

Se l’host non mi fa l’offerta speciale dopo che ho condiviso i miei dati con il customer service e sono stati condivisi con l’host come faccio a essere sicuro che l’host non incassi il mio bonus vacanze senza darmi il soggiorno?

Si è sicuri dell’avvenuto incasso o meno del bonus vacanze perché l’avvenuto utilizzo del bonus viene comunicato al guest dall’App Io, con apposito messaggio. Inoltre, queste informazioni sono disponibili in consultazione all’interno di un’apposita sezione del cassetto fiscale del soggetto che ha utilizzato lo sconto. L’impresa turistica che procede alla registrazione del bonus ha tutto l’interesse a fornire il servizio e lavorare in conformità alle norme vigenti ed ai propri obblighi contrattuali, perché potrà recuperare l’ammontare scontato in forma di benefici fiscali. Tramite l’app IO, il guest avrà comunque tutti i dati necessari per contattare la struttura e verificare se ci sia stato un malinteso. I guest, seguendo il flusso che abbiamo consigliato, avrà traccia scritta dei messaggi inviati all’host relativi all’utilizzo del bonus vacanze.

Se sei un host

Come faccio ad applicare il bonus inviato dal guest?

Una volta attivato il processo di condivisione, Airbnb non sarà in grado di intercedere ulteriormente tra host e guest in relazione al bonus vacanze. Ti suggeriamo, quindi, di seguire la procedura che segue solo una volta concordato con il guest di procedere alla prenotazione in subordine all’accettazione del bonus e alla proposta di sconto corrispondente.
I dati necessari all’attivazione del bonus saranno inviati dal guest al customer service di Airbnb, il quale li inoltrerà all’host.

Per applicare lo sconto previsto, l’host può procedere nel modo seguente:

– L’host deve ricevere dal customer service di Airbnb i seguenti dati del guest:

  • il bonus vacanze (il codice), 
  • il numero di componenti del nucleo familiare (in modo da identificare la riduzione di prezzo che l’host dovrà applicare).
  • il codice fiscale del guest (deve essere il C.F. di chi ha richiesto il bonus) 
  • il link dell’appartamento, 
  • le date di check-in e check-out;

– Una volta ricevuto tutto, deve accedere all’area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate (con le credenziali Entratel, Fisconline rilasciate dall’Agenzia delle entrate, mediante SPID o la Carta Nazionale dei Servizi);

– Dall’area “Mia scrivania” selezionare “Servizi per”, poi “Comunicare” e infine “Bonus vacanze;

-Inserire i seguenti dati:

  • il codice univoco o il QR-code associato al bonus (fornito dal guest);
  • il codice fiscale del cliente, che sarà indicato nella fattura/ricevuta fiscale;
  • l’importo totale del corrispettivo dovuto (al lordo dello sconto da effettuare);

-In caso di esito positivo della procedura, l’host conferma l’applicazione dello sconto. Da questo momento in poi, l’operazione non può essere annullata e l’agevolazione si intende interamente utilizzata, non può essere più fruita da alcun componente del nucleo familiare, neanche per l’importo eventualmente residuo rispetto alla misura massima.

– In caso di esito negativo, il bonus non potrà essere utilizzato. 

– L’host risponde al guest con l’offerta speciale che sconta il bonus vacanze.

Una volta ricevuto il bonus del guest, come lo applico su Airbnb?

Ricevuto il bonus vacanze e gli altri dati necessari dal customer service di Airbnb, l’host deve prima di tutto attivarlo e verificarlo attraverso la procedura descritta al punto 1). Una volta ricevuto l’esito positivo dal sito dell’Agenzia delle entrate, l’host può procedere proponendo l’offerta speciale al guest, dunque il prezzo che può proporre per il proprio alloggio, in base all’importo massimo di sconto applicabile.

Come faccio a verificare che il bonus inviato dal guest sia valido? E come faccio a sapere l’importo massimo di sconto che posso applicare?

L’host può verificare sia la validità del bonus che l’importo massimo dello sconto applicabile seguendo la procedura di applicazione di tale bonus. Infatti, una volta inserito il codice nell’apposita pagina web, insieme agli altri documenti richiesti, sarà poi la stessa Agenzia delle entrate a verificare i dati in questione e comunicare l’esito all’host. In caso di esito positivo, il bonus è valido e l’host può applicarlo. In caso contrario, all’host arriva la comunicazione di esito negativo e non applica il bonus.

Come faccio ad inviare un’offerta speciale al guest?

Per inviare un’offerta speciale, l’host può procedere nel modo seguente:

  1. Visitare la sezione Posta.
  2. Aprire il messaggio dell’ospite.
  3. Cliccare su Offerta speciale.
  4. Nella sezione Subtotale, inserire il prezzo che si può proporre per il proprio alloggio, in base all’importo massimo di sconto applicabile.
    • Il prezzo deve includere tutte le notti della prenotazione.
    • Assicurarsi di includere le spese di pulizia, nonché eventuali costi per animali domestici e ospiti aggiuntivi.
    • Non includere le tasse e i costi del servizio (aggiungeremo automaticamente queste voci).
    • Non includere alcun deposito cauzionale (lo gestiremo come di consueto).
  5. Cliccare su Invia l’offerta speciale.

Inoltre, se l’host ha discusso con l’ospite per proporgli un altro annuncio oppure riguardo alla modifica delle date o del numero di occupanti, potrà includere questi dettagli nella tua offerta. Se vuole proporre un annuncio diverso, deve essere uno relativo al tuo stesso account di host.

Se il costo della prenotazione è inferiore all’importo del bonus che il guest mi presenta, come procedo?

Se la prenotazione ha un costo inferiore all’importo massimo del Bonus Vacanze, la procedura che l’host deve seguire non cambia. Sarà semplicemente la detrazione fiscale a carico del guest ad essere ricalcolata. Infatti, sarà pari al 20% della somma pagata alla struttura ricettiva.

Se il costo della prenotazione è superiore all’importo del bonus che il guest mi presenta, come procedo?

Il bonus vacanze è previsto per un massimo di 500 euro. Se il costo del soggiorno è maggiore, inserendo sul sito dell’Agenzia delle entrate il codice bonus e gli altri dati richiesti dalla procedura descritta al punto 1) , verrà calcolato l’importo massimo di sconto che l’host può applicare.

Come posso recuperare lo sconto?

Dal giorno successivo all’applicazione, l’host può recuperare lo sconto sotto forma di credito d’imposta, da utilizzare esclusivamente in compensazione tramite modello F24, senza però l’applicazione del limite annuale indicato nell’articolo 34 della legge n. 388/2000, né quello all’articolo 1, comma 53, della legge n. 244/200. 
Potrai utilizzare il credito per la compensazione del pagamento di tutti i tributi e contributi versabili tramite F24 (ritenute alla fonte, Iva, contributi Inps, premi Inail, imposte sui redditi e Irap, Imu, tassa rifiuti e altri tributi locali).
Se invece deciderai di cedere il credito a terzi (non solo i tuoi fornitori, ma anche istituti di credito e intermediari finanziari), dovrai comunicarlo attraverso l’apposita sezione dell’area riservata sul sito dell’Agenzia delle entrate. Per più dettagli, invitiamo gli host a consultare la  guida d’uso dell’Agenzia delle Entrate.